SALUTE

L’Area Salute si esprime nelle strutture de La Palma e Il Mandorlo e Il Basilico

La Palma e Il Mandorlo sono case alloggio per persone con Hiv/Aids con una accoglienza complessiva di 16 posti. Nel 1994, anno di apertura della prima casa – che fino a metà del 2010 si è chiamata Casanostra e che fu anche la prima casa alloggio in Liguria dedicata a persone con Aids – lo scopo che si prefiggeva era quello di fornire assistenza alle persone affette da Aids in fase terminale. Negli ultimi anni molte cose sono cambiate, soprattutto grazie alla scoperta di nuove tecniche terapeutiche: di conseguenza, anche la missione di queste strutture si è adeguata alla nuova realtà. Oggi gli ospiti sono spesso persone che hanno davanti a sé una buona prospettiva di vita e che necessitano di sostegno per affrontare il futuro

Il Basilico è una struttura di convalescenza protetta che al momento è in funzione durante il periodo invernale. Il Basilico è sostenuto dalla Regione Liguria e reso operativo in collaborazione e presso l’Ospedale Policlinico S. Martino. Grazie alla sinergia tra Area Salute e Area Persone Senza Dimora, al momento della dimissione le persone che sono state accolte vengono inserite nelle strutture di accoglienza più rispondenti alle necessità di ciascuno e in forza di un progetto individualizzato.

Palma e MAndorlo

Palma e Mandorlo
La PALMA  e il MANDORLO
panoramica bisCase alloggio per persone con Hiv/Aids e sindromi correlate. Offrono attraverso la vita comunitaria una proposta di recupero di un buon rapporto con se stessi e i vari ambiti della propria esistenza, articolando la loro attività in:

-programmazione di attività di socializzazione e riacquisizione di interessi personali

-sostegno socioeducativo nella riappropriazione e messa in pratica dei propri diritti di cittadinanza

-assistenza medico-sanitaria

-assistenza psicologica

La Palma mette a disposizione 10 posti mentre il Mandorlo conta su 6 posti, per uomini e donne. Le case alloggio sono accreditate dalla Regione Liguria

pannello Palma 03Si cerca di far prendere consapevolezza del proprio stato di salute alle persone inserite al fine di aiutarli a mantenere una qualità di vita ottimale, stimolandole  ad una regolare assunzione della terapia farmacologica insieme ad un corretto stile di vita e ad un’adeguata pianificazione dei controlli periodi presso i reparti di malattie infettive di riferimento.

Ecco alcune delle attività svolte dall’equipe sanitaria:

  • somministrazione delle terapie prescritte
  • monitoraggio delle condizioni di salute degli ospiti tramite visita infettivologica
  • recupero della cura di sé
  • regolarità nei ritmi di veglia-sonno
  • aggiornamento con i reparti ospedalieri
  • prenotazioni delle visite mediche specialistiche
  • accompagnamenti presso reparti ed ambulatori ospedalieri
pannello Mandorlo 01

Le strutture prevedono un programma di supporto psicologico individuale tramite colloqui con cadenza generalmente quindicinale, e un programma di supporto psicologico di gruppo con riunioni mensili fra lo psicologo e gli ospiti

Casa Nostra legnoIl progetto educativo si diversifica in base alle caratteristiche individuali delle persone inserite, prestando accurata attenzione alle patologie ed ai vissuti personali di ogni singolo utente, nella logica del contenimento del disagio e nella prospettiva dell’inclusione sociale.
Per ogni persona è individuato un progetto (anche a breve termine) capace di dare prospettiva di impegno e di riconoscere desideri e speranze.
Ogni progetto viene verificato periodicamente.

Le principali attività seguite sono:

  • ricostruzione di una rete sociale
  • recupero rapporti familiari e amicali con l’ausilio di colloqui
  • riabilitazione alla quotidianità
  • cura degli spazi
  • sviluppo del senso di appartenenza
  • capacità di relazione
  • gestione del conflitto
  • inserimenti lavorativi
  • espletamento pratiche burocratiche

Settimanalmente si tiene una riunione tra gli ospiti, il Responsabile e l’Educatore scopo della riunione è di confrontarsi in merito alla convivenza in casa Alloggio e l’elaborazione di vissuti in un contesto di auto-mutu-aiuto

IL BASILICO

Servizio di convalescenza protetta con 15 posti letto, rivolto a persone in condizione di grave marginalità, attivo 24h24 per il periodo invernale, fino a ora ospitato nelle sue edizioni nell’ambito della struttura ospedaliera San Martino. Il Basilico si prende cura di un’utenza non abituata ad usufruire di un constante accompagnamento nell’assistenza sanitaria, a cui spesso manca fiducia nei servizi, e che ha bisogno di costruire relazioni significative. Gli ospiti della struttura hanno la possibilità di usufruire di un periodo di riposo assumere eventuali terapie, seguire una dieta regolare; possono quindi trascorrere un tempo utile a evitare il riacutizzarsi della patologia che li aveva fatti segnalare, ma anche un tempo utile a gestire una data malattia cronica

Al momento delle dimissioni o della chiusura stagionale, i degenti del Basilico vengono seguiti nella ricerca di una nuova sistemazione e nel sostegno quotidiano dall’area senza dimora

AGGIORNAMENTI

Luglio – Agosto 2018

Newsletter Auxilium Sta per uscire il Bando 2018 di Servizio Civile Nazionale! Bilancio Sociale Auxilium 2017 Area Persone Senza Dimora: TV e Calcio Balilla nuovi Azione Migranti Genova: L'appello di p. Alex Zanotelli Palma e Mandorlo: Non può piovere per sempre Area...

leggi tutto

Non può piovere per sempre

di Luca Feletti, Il Melograno Tutto è organizzato in modo capillare: partenza, arrivo, orari dei treni, macchine, volontari; la parrocchia che ci ospiterà per il pranzo. Tutto! Sarà una splendida gita avendo programmato ogni singolo passaggio. Tutto,...

leggi tutto

Richiedi Informazioni

diventa volontario

I volontari offrono alle persone nel disagio aiuto, opportunità, relazioni di fiducia. Il servizio richiesto risponde ad una vasta gamma di mansioni e di orari: c’è chi stira la mattina, chi serve i pasti a pranzo o a cena, chi svolge pratiche di segreteria, chi accompagna ad una visita o in un ufficio, chi fa giocare i bambini o accoglie una persona senza dimora nel pomeriggio, chi apre le porte dei dormitori, chi anima serate di festa.

Ricevi la Newsletter di Auxilium

Rimani aggiornato sulle nostre attività, storie, progetti, campagne, appuntamenti ed eventi

Grazie per aver compilato il form Per tua sicurezza e per la privacy al fine di completare l'iscrizione dovrai cliccare sul pulsante che ti è arrivato via mail

Share This