Aiutaci ad assicurare ai bambini e ai ragazzi come Teo connessione internet, pc, tablet e formazione

#connettimi

Campagna per contrastare l’isolamento sociale, educativo e digitale di famiglie nel disagio nel Centro Storico di Genova

#connettimi!

tramite Fondazione Italia per il Dono

Teo è un bambino come tutti gli altri…

Come gli altri bambini, Teo ha fame di sapere, imparare, giocare. La differenza la fanno le circostanze. La sua famiglia da tempo è in difficoltà: “disagio sociale”, lo chiamiamo solitamente.

Poche risorse, prospettive incerte, una casa troppo piccola e ammalorata per poterci stare dentro tutti insieme in modo costruttivo, specie in questi mesi di pandemia. Non ci si può permettere una connessione ad internet, Teo non ha un pc né un tablet.

Sembra un di più – “l’importante è mangiare” – ma Teo non ha potuto seguire le lezioni scolastiche a distanza, durante il lockdown di primavera, né tenersi in contatto con gli amici e con La Staffetta, quel posto dove andava tutti i giorni dopo la scuola, per finire i compiti, giocare con gli altri, crescere con l’aiuto di educatori e di volontari.

Il divario digitale tra Teo e gli altri bambini come lui non è cosa secondaria: se lasciato a se stesso, diventerà una nuova forma di disagio sociale. 

Teo è uno dei 40 bambini del Centro Storico di Genova – tra l’Ex Ghetto e Via Pré – che seguiamo tutti i giorni e che vogliamo continuare a considerare come tutti gli altri: con lo stesso “dovere” di crescere e lo stesso diritto di poter crescere davvero.

connettimi!

tramite Fondazione Italia per il Dono

Per questo è essenziale assicurare a questi 40 bambini una connessione, un tablet o un pc, continuare ad educarli, a tenerli insieme, a stimolarli anche attraverso le nuove tecnologie.

Nessun collegamento ad una rete virtuale può sostituire la relazione fisica e “in presenza” ma le limitazioni imposte dal virus e dal “distanziamento sociale” ci chiamano a vincere una nuova sfida: non abbandonare a se stessi Teo e gli altri bambini, usare le tecnologie valorizzandole come nuovi strumenti educativi.

Per Natale, fa’ un regalo informatico davvero utile 

Permetterai a questi bambini e ragazzi di studiare anche con la didattica a distanza, fare i compiti insieme a noi, sviluppare conoscenze nuove attraverso piattaforme educative studiate appositamente per il web, continuare a condividere con gli altri le esperienze della crescita, pur nei limiti che questo grave periodo ripropone al nostro presente.

 

#connettimi perché

“Il cuore di #connettimi sta nel potenziare l’approccio educativo anche tramite questi supporti, che non possono sostituire la nostra presenza ma che le condizioni attuali hanno reso necessari. Sono due i temi principali posti da questa epidemia al nostro lavoro di educatori, in relazione al digitale: non permettere che tanti bambini e ragazzi perdano il contatto con l’educazione e l’istruzione; cogliere quel che di buono il digitale può aggiungere al loro percorso formativo e trasformarlo in una nuova ricchezza”.
Claudio Pesci, Coop. Soc. Il Melograno, Responsabile Area Minori e Famiglie

connettimi!

tramite Fondazione Italia per il Dono

 

“#connettimi risponde ad una nostra grande speranza: che il virus non ci lasci come prima ma ci stimoli a colmare le distanze, a inventare nuove vie per ricostruire la comunità. Ci sono tanti segnali che la lezione del Covid non è stata appresa fino in fondo. Noi vogliamo credere e operare controcorrente, partendo proprio dai nostri fratelli più piccoli in età e per questo più fragili, che più di tutti rischiano di pagare il conto di questa circostanza, nel loro futuro.”

Gigi Borgiani, Direttore Fondazione Auxilium

Forse non sai che..

…da molti anni Fondazione Auxilium segue bambini e ragazzi del comprensorio del Centro Storico tra l’Ex Ghetto e Via Pré. Insieme alla Coop. Soc. Il Melograno e all’Associazione La Staffetta, offre loro relazioni educative, supporto allo studio, attività ludiche e di conoscenza per accompagnarli insieme alle loro famiglie, oltre le difficoltà sociali ed economiche;

…in questi mesi Auxilium, Il Melograno e La Staffetta hanno attivato l’Hub di Quartiere, un vero e proprio snodo di risorse fisiche (le sedi in Centro Storico, in Piazza S. Sabina e in Vico delle Marinelle), materiali (aiuti economici e alimentari) e virtuali per non lasciare soli questi bambini e le loro famiglie durante la pandemia. Nella fase più dura, con la chiusura in casa, gli educatori e i volontari hanno tenuto contatti singoli costanti, offrendo ogni supporto possibile. Nei mesi successivi insieme ai bambini abbiamo dato vita ad un ‘giornalino’ di collegamento, strumento per metabolizzare e condividere in modo creativo le fatiche e le speranze del momento e, in estate, abbiamo potuto ritrovarci per vivere finalmente insieme un campo cittadino. Ora, la campagna #connettimi si inserisce in questo impegno, mentre si affacciano nuove restrizioni e sacrifici, che non devono minacciare lo “sviluppo integrale” di questi ragazzi.

Ricevi la Newsletter di Auxilium

Rimani aggiornato sulle nostre attività, storie, progetti, campagne, appuntamenti ed eventi

Grazie per aver compilato il form Per tua sicurezza e per la privacy al fine di completare l'iscrizione dovrai cliccare sul pulsante che ti è arrivato via mail

Share This